italiano Carl Welkisch Un mistico del 20. secolo
Biografia
Letteratura
Links
E-Mail
Sitemap
Editoriali

Biografia

 

Carl Welkisch

 

Io son venuto nel nome del Padre mio, e voi non mi ricevete; se un altro verrà nel suo proprio nome, voi lo riceverete.
Giovanni 5,43

 

In verità, in verità vi dico che chi crede in me farà anche lui le opere che faccio io; e ne farà di maggiori, perchè io me ne vado al Padre.
Giovanni 14,12

 

 

Carl Welkisch (1888-1984) era mistico, dunque una di quelle persone collegate, oltre al mondo visibile, anche al mondo invisibile. Ne fanno parte anche le sue esperienze di diventare uno con Gesù Cristo e Dio Padre, "l'unio mystica".

 

Carl Welkisch lavorava come guaritore spirituale per un lungo periodo. Aveva un ambulatorio, visitava e curava gli uomini tanto da vicino quanto da lontano. I suoi successi di guarigione erano degni di nota.

 

Carl Welkisch

 

Carl Welkisch aveva relazioni a persone della resistenza contro la dittatura di Adolf Hitler, che loro costava la vita. Lui stesso era in prigione e nel campo di concentramento per quasi un anno senza nessun' accusa ufficiale.

 

In primo luogo Carl Welkisch era un uomo molto umano. Quasi tutti che lo incontravano erano impressionati sempre di nuovo della sua naturalezza, del suo buon umore e della sua comprensione di tutte le loro domande. Molti sentivano l'amore di Dio nell' atmosfera che sapeva creare.

 

Carl Welkisch descrive nella sua vicenda come lui stesso si trovava molto spesso "nel fuoco dello Spirito Divino".

 

Carl Welkisch parla di una "mistica nuova" che sarà fondamentale nel 3. millennio. La sua vita, i suoi avvenimenti e le sue conoscenze trasferiscono una specie di energia vitale, sentita di molte persone sensibili. Il mistico - non involto in strutture ecclesiastiche - andò la via mistica come uomo moderno, ma dedicato alla vita giornaliera. La sua versatilità di vedere tutte le cose, il suo grande amore e la sua libertà vengono espressi nelle sue opere. Si riflettono anche nelle varie testimonianze di uomini che hanno pure fatto i loro certi sviluppi e delle strade molto diverse.

 

Carl Welkisch

Carl Welkisch si vede come rappresentante di una "mistica nuova". Nel suo cammino di vita era incluso la spiritualizzazione del corpo, perciò parla con maestro Eckhart e Jakob Boehme della "rinascità di Dio nella materia".

 

Nella "spiritualizzazione" vengono incluse tutte le sfere della vita - anche il mangiare e il bere, l'eros e la sessualità, il denaro e il potere. Tutto deve partecipare al Divino e dev' essere immerso dell' amore divino, come Dio gli disse: "Non puoi redimere nulla ne innalzare verso Dio se non ne sei profondamente unito e collegato tramite il Mio Spirito d'amore".

 

Carl Welkisch fu eletto da Dio come avanguardia e precursore di un' era nuova. Il suo sviluppo è una via dolorosa di sofferenze incomprensibili. Nello stesso tempo fu attaccato gravemente dalla inimicizia delle forze contrarie al divino. Così Dio gli dice: "Io costringo nessuno, Io non m' impongo a nessuno. Io sono l'umiltà pura, la dolcezza, l'amore e la pazienza. Perciò mi rimane solo la via delle sofferenze se voglio distruggere la forza della malignità di questo mondo, aiutando I miei figli ad imparare di amarmi in libertà".

 

La strada di Carl Welkisch era una via di un amore immenso, congiungendolo a tante persone. L' incontro con lui creava in molti una relazione più profonda a Gesù Cristo e Dio. A questo proposito Dio Padre gli disse: "Amatemi e amate Cristo, allora il Mio amore scorrerà a voi e aumenterà il vostro proprio amore. Solo quando vi dedicate completamente a Me posso fare effetto in voi e per mezzo di voi".

 

 

 

Quando e dove ha vissuto Carl Welkisch?

 

14.12.1888nato a Gloden (Glodno) allora Prussia occidentale (dopo 1945 Polonia) quale bambino penultimo fra sette fratelli e sorelle
1903-1907apprendistato commerciale a Grünberg (Slesia) e Schwiebus (Prussia occidentale)
1907-1910Bruchhöh, Posen
1910-1912attività quale guaritore spirituale a Bromberg
1913-1928ambulatorio a Breslavia
1928-1939residenza a Berlino. Da questo momento curava i pazienti solo dalla distanza. La sua via come mistico diventa sempre più chiara
04.12.1934-
14.10.1935
arresto nella prigione a Breslavia e nel campo di concentramento Columbia-Haus (casa Columbia) a Berlino
Luglio 1939 fino
aprile 1940
soggiorno in Svezia
1940-1945soggiorno al castello Schwusen (Slesia)
1945-1947alloggio da fuggiasco a Klein-Polkwitz (Slesia, poi Polonia)
1947-1948alloggio a Wiesbaden e in un' abitazione per profughi a Weidenberg (Franconia)
1949-1953soggiorno a Immenstaad, Hagnau e Meersburg (Lago di Costanza)
1953-1984residenza a Überlingen (Lago di Costanza)
09.08.1984morì a Überlingen

 

 

deutsch
english
nederlands
polski
italiano
français
español
русский